Blog
Tipi di lampadine? Una breve guida per conoscerle

Quali sono i diversi tipi di lampadine? Scopri le principali e più recenti tecnologie di lampadine per illuminare. Confronta la tabella di confronto tra i diversi tipi di lampadine, confronta durata, tipologia di accensione e consumi delle diverse tecnologie di lampadine.

Promozione lampadine


I tipi di lampadine più comunemente usate sono: le lampadine ad incandescenza, le lampadine a fluorescenza, le lampadine alogen, le lampadine LED e le lampade ad induzione magnetica.

Lampadine ad incandescenza

Lampadine ad incandescenza: tipologia di lampadine ormai non più in commercio
Partiamo dalle vecchie lampadine a incandescenza, dove la produzione di luce avviene portando un filamento metallico di tungsteno all’incandescenza, alla temperatura di 2700 K, per effetto Joule. Nelle lampadine a incandescenza, solo il 5% dell’energia che le alimenta viene convertita in luce, il rimanente 95% viene sprecato in calore. L’8 dicembre 2008, la Commissione Europea per l’Energia ne ha approvato però la messa al bando in tutti gli Stati membri, secondo un programma di progressiva sostituzione a partire dal settembre 2009, con completamento entro il 2012.

Lampadine alogene

Tipi di lamapadine alogene
Un’evoluzione di queste lampadine sono le più comunemente denominate lampadine alogene. In commercio si possono trovare due differenti tipologie di lampadina alogena, quella a tensione di rete e la variante alogena a bassissima tensione. La differenza sostanziali si riscontrano in primis nella tensione: una lampadina alogena a tensione di rete è alimentata da 220v mentre quelle a bassissima tensione ne contano solo 12v, da ciò si riassume che le lampadine alogene a bassissima tensione hanno una minore potenza a disposizione per lampadina con un massimo 100w. Queste, grazie al consumo limitato di energia per il loro funzionamento, sono assai convenienti, soprattutto per i bassi prezzi che hanno sul mercato, il rovescio della medaglia è che esse possono essere utilizzate in spazi ristretti o che necessitino di un apporto luminoso assai limitato.

Lampadine fluorescenti

Lampadine fluorescenti: lampade a risparmio energetico
Proseguendo l’iter evolutivo delle lampadine utilizzate nelle nostre casi si passa alle lampade fluorescenti o più comunemente chiamate “a risparmio energetico”. Esse sono particolare tipo di lampada a scarica in cui l‘emissione luminosa visibile è indiretta, cioè non è emessa direttamente dal gas ionizzato, ma da un materiale fluorescente (da cui il nome). Questo tipo di lampade sono erroneamente chiamate lampade al neon o tubi al neon, ma non sempre contengono neon e in realtà il loro funzionamento è dovuto principalmente alla presenza di vapori di mercurio e di materiali fluorescenti, e non al neon. Una differente composizione del materiale fluorescente permette di produrre una luce più calda oppure più fredda.

Lampadine a LED: l’ultima frontiera dell’illuminazione

Tipi di lampadine a LED
L’alternativa più evoluta delle precedenti lampadine sono le lampade a LED, alimentate da un apposito circuito elettronico, il cui scopo è principalmente quello di ridurre la tensione di rete ai pochi volt richiesti dai LED. Il Led è freddo, ossia riscalda poco. Al massimo raggiunge i 40° sulla parte esterna, in questo modo garantisce l’ottimizzazione dell’efficienza con meno energia dispersa e quindi minor energia utilizzata.

Queste durano di più, consumano meno, sono resistenti (ad urti e colpi) e soprattutto hanno un impatto ambientale minore. Stiamo parlando delle lampadine a Led per la casa, ultima frontiera della illuminazione ecologica in ambito domestico.

La luce viene prodotta attraverso un processo fisico nella giunzione del diodo, che dà origine all’emissione di fotoni, di colore ben definito dipendente dall’energia liberata nella ricombinazione. Diversamente dalle lampadine a incandescenza che terminano la loro vita con la bruciatura del filamento, i LED degradano lentamente con una perdita della luminosità che scende al 20-30%. Più precisamente la luminosità del sistema a Led scende del 3% dopo le prime 3.000 ore d’illuminazione, per restare poi costante fino alle 100.000 ore (che peraltro corrispondono a 11 anni di utilizzo 24 su 24), dopo di che si ha una caduta del 70%. Da un punto di vista economico i LED sono più costosi delle lampadine a filamento, ma la durata di funzionamento di un LED, che si aggira intorno alle 50 000-80 000 ore, è ben superiore alla vita di una lampadina tradizionale. Attualmente le lampadine o gli apparecchi illuminanti di uso più comune sono garantite per 20000 ore. Dal punto di vista energetico, i LED sono molto più efficienti delle lampadine a filamento poiché il 50% dell’energia assorbita produce illuminazione e pertanto la quantità di energia sprecata sotto forma di radiazione infrarossa e di calore rilasciato nell’ambiente sono molto ridotti rispetto alle tecnologie di illuminazione tradizionali. Infatti le più recenti lampadine a Led producono solo 60 lumen (mentre una lampadina ad incandescenza tradizionale da 40 watt equivale  a 490 lumen) per un consumo di soli 3,4 watt/ora.
Le lampadine a LED da 1 o 2 Watt si ponno inoltre utilizzare per illuminare le lampade di sale; l’effetto della luce LED diffusa attraverso i cristalli di salgemma crea un’atmosfera avvolgente e confortevole.

Lampade ad induzione magnetica

Lampade ad induzione magnetica: novità tecnlogica molto recente e valida
Le lampade ad induzione magnetica si basano sul principio dell’induzione magnetica che consente di generare la ionizzazione di un gas fluorescente senza la presenza di elettrodi. Questa tecnologia ideata dal geniale scienziato Nikola Tesla, non è molto diversa da quella delle normali lampadine fluorescenti; le lampade ad induzione magnetica infatti presentano un bulbo completamente sigillato all’interno del quale viene generato un campo magnetico che produce la scarica all’interno del gas che produce la radiazione illuminante.
Le lampade ad induzione sono da molti considerate il futuro dell’illuminazione, soprattutto per le taglie di potenza superiori ai 150W per le quali i LED risultano troppo costosi.
Vantaggi delle lampade ad induzione magnetica?

    • Elevatissima durata, fino a 100.000h di funzionamento
    • Accensione immediata, le lampade ad induzione magnetica eroga immediatamente il 90% della luce
    • Ridottissimo decadimento della resa luminosa: circa il 20% in 90.000 ore di funzionamento

Le lampade ad induzione magnetica sono soluzioni ad alta efficienza energetica al momento utilizzate prevalentemente in campo industriale e per l’ulluminazione di grandi opere pubbliche.

Scarica e sfoglia la tabella con il confronto tra i diversi tipi di lampadine


Forbici Felco da Pota: Guida all'Acquisto 2017

Consigli opinioni e recensioni delle forbici da pota Felco: perche acquistarle? Quale cesoia scegliere? Confronto e classifica delle forbici da potatura Felco.

Brichome vende le forbici da potatura Felco da oltre 40 anni e negli anni abbiamo imparato ad apprezzarne le qualità e l’affidabilità.

L’offerta di forbici da potatura di Felco è davvero sterminata: in questa guida all’acquisto illustriamo i nostri consigli e le opionioni raccolte per aiutare nell’acquisto di una di queste cesoie da potatura professionali.

Illustreremo le caratteristiche dei principali ( e più venduti) modelli di forbici da pota Felco nella nostra classifica delle forbici Felco in cui presenteremo anche alcune interessanti novità per il 2017.

Perche acquistare le forbici da potatura Felco?

Pochi ( ma fondamentali) motivi:

  • le forbici Felco sono costruite con materiali di prima qualità,
  • ergonomia eccezionale: ogni singolo modello è progettato con caratteristiche che lo rendono unico e adatto per un utilizzatore ben specifico per il massimo comfort
  • tecnologia all’avanguardia: sono dei piccoli gioielli di meccanica dotati di tanti piccoli accorgimenti che le rendono davvero resistenti e comfortevoli nell’utilizzo

Nello sfogliare un catalogo di forbici Felco può venire il pensiero che tutte le caratteristiche, i materiali e gli accorgimenti di cui sono dotate questa forbici siano superflui e che sia inappropriato per un utilizzatore privato ( non professionista) acquistarle.
Ora ti spiego perchè questo non è vero:

  • L’attività di potatura consiste in tante operazioni chirurgiche sul nostro albero ( non a caso esiste una disciplina che si chiama appunto dendrochirugia che consiste nel effettuare specifiche operazioni per curare e/o prevenire patologie delle piante); per questo motivo nell’ “operare” un albero o qualsiasi altra pianta ogni taglio di potatura deve essere eseguito con uno strumento ( o bisturi) che consenta tagli netti e precisi.Ogni accorgimento o innovazione che consente quindi un maggior comfort e quindi una minore fatica è in realtà motivato dalla necessità di consentire alla pianta di cicatrizzare nel migliore dei modi e il più velocemente possibile.
    Taglio di potatura errato con bordo frastagliato dato da effetto masticatura
    Come non fare un taglio di potatura



    Taglio di potatura correttamente inclinato, netto pulito
    Taglio netto per potatura



    Pensa se quando un chirugo opera, usasse un bisturi poco affilato o spuntato! 😀
  • Le forbici Felco sono progettate in modo da essere completamente smontabili con l’ausilio dell’apposita chiave Felco fornita in dotazione con ogni forbice; questo consente di sostituire ogni singolo pezzo della forbice la quale di fatto ha una durata pressochè infinita.Se la tua forbice Felco si usura puoi quindi sostituire ogni singolo pezzo: lama e controlama, molla, ammortizzatore, boccola.
    Il fatto di essere completamente smontabile è una caratteristica peculiare delle forbici da potatura per professionisti i quali eseguendo decine di migliaia di tagli all’anno ( pensa all’attività della potatura dei vigneti) hanno la necessità di utensili affidabili e con una estesa resistenza nel tempo.
    Chiave in dotazione con le forbici Felco per smontarle completamente
    Chiave in dotazione con le forbici Felco per smontarle completamente

Quanto costano le forbici da pota Felco? E quale modello di forbice acquistare?

Le forbici da potatura Felco costano circa da 39- 59€. Sono utensili di fascia alta ( SwissMade) pensati per i professionisti ma consigliabili anche ai privati o agli hobbisti stanchi di forbici economiche di qualità scadente che dopo pochi tagli risultano spuntate  o peggio incollate in quanto ricoperte da linfa.

Come spiegato prima, acquistare una forbice da potatura professionale ti permette di realizzare una potatura di precisione, netta che consente alle piante di riprendersi in breve tempo dall’operazione chirurgica della potatura ( veloce cicatrizzazione e minori probabilità di infezione da parte di funghi, muffe e agenti patogeni).

Ma quale forbice Felco è la più giusta per te?

Vediamo una classifica delle forbici con le caratteristiche peculiari di ciascuna.

Forbice Felco 2

Forbice da potatore Classica FELCO N.2 ad una mano 21.5cm

  • Prezzo: € 39.95
  • Diametro di taglio Max: 25mm
  • Lunghezza: 21.5cm
  • Taglio: bypass(radente)
  • Per mano: grande( destri)

La forbice da potatura Felco 2 è la classica forbice da potatura con taglio bypass; sicuramente è il modello più conosciuto e più venduto. Dotata di una comoda impugnatura ergonomica questa forbice da pota è lunga 21.5cm ed è in grado di recidere con facilità tralci e rami con diametro fino 25mm.
Adatta per una mano grande questa forbice è robusta ed affidabile e ha un’impugnatura adatta per destri.

Forbice Felco 6

Forbice Felco N.6

  • Prezzo: € 42.90
  • Diametro di taglio Max: 20mm
  • Lunghezza: 19.5cm
  • Taglio: bypass(radente)
  • Per mano: media( destri)

La forbice da potatura Felco 6 è una forbice da potatura professionale compatta lunga 19.5cm. In grado di recidere diametri fino a 20mm, questa forbice è consigliabile per mani di dimensioni medie ( di solito è la preferita dalle signore, anche per il suo peso ridotto: solo 217g).
Come tutte le forbici Felco anche la N.6 è equipaggiata di un ammortizzatore il quale riduce il contraccolpo tra i 2 manici all’atto del taglio. Mantenuto in posizione da un sottile anello in alluminio( rifiniture di pregio SwissMade) l’ammortizzatore riduce lo stress alle articolazione di mano e polso limitando l’insorgere di disturbi muscolo-schelettrici.

Ammortizzatore delle Forbici Felco
Ammortizzatore delle Forbici Felco

Forbice Felco 8 e 9

Forbice Felco 8

  • Prezzo: € 42.90
  • Diametro di taglio Max: 25mm
  • Lunghezza: 21cm
  • Taglio: bypass(radente)
  • Per mano: grande ( destri N.8) (mancini N.9)

Le forbici da potatura Felco 8 e 9 sono essenzialmente la stessa forbice solamente con impugnatura per destri( N.8) e mancini (Felco N.9); questa forbice con testa di taglio inclinata ha la peculiarità di essere particolarmente ergonomica garantendo il massimo comfort di taglio. La regolazione del taglio unita allo speciale profilo scorrisucco e al tagliafili consentono di avere la massima efficacia di taglio.
Una delle particolarità delle lame delle forbici Felco ( realizzate nel migliore acciaio svedese) è la speciale conformazione di lama e controlama; infatti il profilo della lama risulta essere leggermente inclinato in modo da favorire il taglio radente della lama evitando il fastidioso fenomeno di masticamento che riduce l’efficacia del taglio e ottiene tagli non netti dai bordi frastagliati.
La testa di taglio inclinata, la quale prosegue idealmente la linea di taglio a partire dall’avanbraccio facilità notevolmente l’azione di taglio riducendo la fatica per recidere rami e tralci.

Testa di taglio inclinata della forbice Felco N.8
Testa di taglio inclinata della forbice Felco N.8

Forbice Felco 13

Forbici a 2 mani per potatura FELCO N.13 27 cm

  • Prezzo: € 51
  • Diametro di taglio Max: 30mm
  • Lunghezza: 27cm
  • Taglio: bypass(radente)
  • Per mano: grande ( destri) con impugnatura a 2 mani

La particolarità di questa forbice Felco è la possibilità di impugnare sia ad 1 mano che a 2 mani permettendo di tagliare diametri fino a 30mm. Le testa di taglio inclinata è come quella della forbice N.8.

Forbice Felco 31

Forbice Felco battente 31

  • Prezzo: € 39.9
  • Diametro di taglio Max: 25mm
  • Lunghezza: 21cm
  • Taglio: a battente(incudine)
  • Per mano: grande ( destri)

Speciale forbice Felco con sistema di taglio a battente ( una lama funge da incudine e il taglio avviene sul filo dell’incudine) che consente di recidere con estrema facilità anche rami più secchi. Impugnatura ergonomica con sistema antiscivolo, le lame sono in acciaio temperato, mentre i mani sono realizzati in alluminio forgiato ( non stampato).
Il procedimento di forgiatura consente di mantenere ed esaltare le caratteristiche di resistenza del materiale consentendo a questi manici di durare nel tempo.

Raccolta Opinioni e recensine rasaerba Oleomac a scoppio a spinta e semoventi

Perchè scegliere di acquistare un rasaerba Oleomac

Rispondiamo subito alla domanda più importante.
Le motivazioni sono semplici ed immediate:

  • I rasaerba Oleomac sono costruiti con i migliori componenti disponibili sul mercato.
    I motori dei rasaerba sono originali Oleomac OHV e sono molto più performanti dei vecchi motori a valvole laterali e permettono l’accensione del rasaerba a scoppio, fin dal primo strappo.

 

  • I materiali con cui sono realizzati i rasaerba Oleomac ( principalmente acciaio e alluminio) sono ben lavorati e non c’è risparmio su spessori e finiture.
    Le ruote dei rasaerba Oleomac sono in acciaio heavy duty, sono resistenti e grazie agli allestimenti con ruote più larghe, fanno scorrere il rasaerba sul terreno facilmente.

 

  • Il design dei rasaerba Oleomac è progettato per facilitare l’utilizzo e rendere più confortevole il taglio dell’erba, che è pur sempre faticoso.
    Può sembrare poco importante, ma avere un manico ( o stegole) ben progettato, con impugntura salda, con i comandi comodi rende molto più agevole il taglio e anche più sicuro.

 

  • L’assistenza per i rasaerba Oleomac funziona: ogni macchina Oleomac è dotata di un numero di matricola, registrato dal venditore all’acquisto che permette di ricevere assistenza in garanzia da qualsiasi Centro assistenza Oleomac autorizzato.
    Brichome effettua la pratica di registrazione della matricola senza alcun costo aggiuntivo.

Non sai la differenza tra i diversi tipi di rasaerba? Nessun problema! Prima di proseguire nella lettura: leggi la nostra guida alla scelta del rasaerba.

Quanto costa un buon rasaerba Oleomac e quale acquistare?

La fascia di prezzo dei rasaerba Oleomac è tra 200-650€ per le macchine di fascia non professionale; le macchine professionali, come quelle della linea LUX hanno costi più alti e sono però macchine le cui prestazioni e funzionalità sono adatte per professionisti del giardino.

Tra i rasaerba per uso privato troviamo tuttavia una selezione di macchine che presentano ad un prezzo interessante caratteristiche professionali.

I rasaerba Oleomac che raccomandiamo

Nel caso di Oleomac non c’è nessuna macchina che non ci sentiamo di consiliare ad un cliente; ciò che è più corretto dire è che nella vasta offerta di Oleomac è importante scegliere il rasaerba a scoppio o il tagliarba elettrico più adatt per le proprie esigenze.

Rasaerba Oleomac G44 PK Comfort Plus

Rasaerba Oleomac G44 PK Comfort Plus a spinta a benzina
Rasaerba Oleomac G44 PK Comfort Plus

Il rasaerba Oleomac G44 PK Comfort Plus ( la P sta per push) è una rasaerba a spinta economico e robusto grazie alla scocca in acciaio ideale per giardini di medie dimensioni di 1000-1200mq.

Motorizzazione e allestimento

Questo rasaerba a spinta è azionato da un motore originale Emak K 500 OHV cilindrata 140cm³ ed è consgliabile per giardini privati che presentano ostacoli, cespugli ed arbusti per i quali l’avanzamento a spinta consente di effettuare facilmente più passate per le rifiniture dei bordi.

Questo rasaerba esiste anche in versione elettrica con filo (PE), il tagliaerba elettrico Oleomac G44 PE Comfort Plus è ottimo per giardini di piccole dimensioni, fino a 800mq ed è piccolo, maneggevole e silenzioso.

Taglio dell’erba

Questo rasaerba compatto e leggero ha una larghezza di taglio, 41cm, che permette di tagliare l’erba in giardini che presentano strettoie o ostacoli e risulta quindi pratico e semplice da utilizzare. La regolazione dell’altezza di taglio è indipendente e variabile tra 28mm e 75mm.

 Scheda tecnica

  • Scocca:acciaio
  • Cilindrata:140 cm³
  • Motore marca/modello:EMAK K 500 OHV
  • Larghezza taglio:41 cm
  • Avanzamento:a spinta
  • Regolazione taglio:indipendente
  • Altezza taglio:da 28 a 75 mm
  • Capacità cesto:70 L
  • Peso netto:24,0 Kg

Prezzo del rasaerba Oleomac G44 PK Comfort Plus

Prezzo: € 229.90

Rasaerba Oleomac G48 TK Comfort Plus

Rasaerba Oleomac G48 TK Comfort Plus
Rasaerba Oleomac G48 TK Comfort Plus

Il rasaerba Oleomac G48 TK Comfort Plus ( la T sta per traction) è una macchina senza troppi fronzoli; essenziale, meno perfomante rispetto alla serie ( ALLROAD) con un motore meno potente ( 140cc invece di159cc); consigliata per giardini fino a 1800 mq.

Motorizzazione e allestimento

Questo rasaerba semovente ( a trazione) è azionato da un motore originale Emak K 650 OHV cilindrata 140cm³; la trazione dei rasaerba Oleomac è dotata di un innnesto a frizione che consente l’inserimento progressivo della trazione, senza strattoni; ciò allunga non poco la durata della macchina, limitandone l’usura oltre a permettere un utilizzo piacevole del rasaerba.

Taglio dell’erba

L’ampia larghezza di taglio, 46cm, consente di limitare il numero di passate necessarie per completare il taglio del prato, inoltre la regolazione centralizzata dell’altezza di taglio consente la gestione dell’altezza dell’erba in maniera semplice e comoda. Il sistema multifunzionale Plus-Cut consente di effettuare la raccolta dello sfalcio nel capiente sacco da 70L o di utilizzare la funzione mulching.

 Scheda tecnica

  • Scocca:acciaio
  • Cilindrata:140 cm³
  • Motore marca/modello:EMAK K 600 OHV
  • Larghezza taglio:46 cm
  • Avanzamento:trazione (3,6 Km/h)
  • Regolazione taglio:centralizzata
  • Altezza taglio:da 28 a 75 mm
  • Capacità cesto:70 L
  • Peso netto:30,2 Kg

Prezzo del rasaerba Oleomac G48 TK Comfort Plus

Prezzo: € 440.50

Rasaerba Oleomac G48 TK ALL ROAD PLUS

Rasaerba oleomac g48 tk all road plus a trazione a benzina G48 TK ALLROAD PLUS 4 Oleo Mac
Rasaerba oleomac g48 tk all road plus a trazione a benzina

Il rasaerba Oleomac G48 TK ( la T sta per traction) è il taglierba con il rapporto qualità-prezzo più vincente; questa macchina da taglio pur mantenendo un prezzo interessante è dotata di caratteristiche e funzionalità ben sopra lo standard.

Motorizzazione e allestimento

Questo rasaerba semovente ( a trazione) è azionato da un motore originale Emak K 650 OHV cilindrata 159 cm³, particolarmente performante e che permette l’avviamento fin dal primo strappo. Questo rasaerba è semovente, quindi lo sforzo per l’avanzamento del rasaerba ( che pesa ben 32kg) si riduce di molto.
L’allestimento a ruote alte e larghe consente di muovere il rasaerba con facilità e di superare anche ostacoli agevolemente.

Taglio dell’erba

Il G48 TK è dotato del 4-cutting-devices Oleomac, ossia di un sistema di taglio che consente 3 modalità di utilizzo ( raccolta con sacco da 70L, mulching ( kit tappo compreso di serie) e scarico laterale (all’americana)).

Scheda tecnica

Scocca: acciaio
Cilindrata: 159 cm³
Motore marca/modello: Emak K 650 OHV
Larghezza taglio: 46 cm
Avanzamento: trazione (3,6 Km/h)
Regolazione taglio: centralizzata
Altezza taglio: da 28 a 75 mm
Capacità cesto: 70 L
Peso netto: 32,0 Kg

Prezzo del rasaerba Oleomac G48 TK ALL ROAD PLUS

Prezzo: € 349.90

Rasaerba Oleomac G53 TK ALLROAD ALUMINIUM

Rasaerba MAX 53 TK ALLROAD ALLUMINIUM
Rasaerba MAX 53 TK ALLROAD ALLUMINIUM

Il rasaerba Oleomac G53 TK ( la T sta per traction) è un taglierba per uso privato con caratteristiche professionali; questa macchina da taglio consente di ottenere il prato tagliato, come da un giardiniere professionista, senza il minimo rimasuglio di sfalcio e con il minimo sforzo. La scocca in allluminio è altamente resistente ad usura ed urti.

Motorizzazione e allestimento

Questo rasaerba semovente ( a trazione) è azionato da un motore originale Emak K 800 OHV cilindrata 196 cm³, particolarmente performante e che permette l’avviamento fin dal primo strappo. Alcuni modelli (VBD) sono dotati di variatore e permettono la regolazione della velocità di avanzamento.
L’allestimento a ruote alte e larghe consente di muovere il rasaerba con facilità e di superare anche ostacoli agevolemente.

Taglio dell’erba

Questo rasaerba è equipaggiato con lama mulching ad alto carico e forma aerodinamica della scocca, garantiscono un ottimo rendimento di taglio ed un perfetto caricamento del sacco in plastica e tela da 80L. Essendo la scocca in alluminio pressofuso è stato possibile ottenere una conformazione che ottimizza la capacità aspirante del rasaerba che consente di non lasciare alcun rimasuglio di erba o di sminuzzare completamente l’erba tagliata per il mulching. Essendo il sacco in tela e plastica anche il riempimento del sacco è facilitato, dato che la tela lascia passare l’aria aspirata senza creare pressione ed intoppi.

Scheda tecnica

  • Scocca:alluminio
  • Cilindrata:196 cm³
  • Motore marca/modello:EMAK K 800 OHV
  • Larghezza taglio:51 cm
  • Avanzamento:trazione (3,6 Km/h)
  • Regolazione taglio:centralizzata
  • Altezza taglio:da 28 a 75 mm
  • Capacità cesto:80 L
  • Peso netto:43,4 Kg

Prezzo del rasaerba Oleomac MAX 53 TK

Prezzo: € 600.50

Rasaerba arancione scoppio: quale scegliere e quanto costa?

Che tipi di rasaerba esistono e quale scegliere per il mio giardino?

Fondamentalmente esistono 3 tipi di rasaerba:

  1. Rasaerba a scoppio: montano un motore a benzina a 4 tempi, sono affidabili e hanno una buona autonomia, l’ideale per giardini grandi sopra i 300 metri quadrati
  2. Rasaerba elettrici col filo: sono ecologici, vanno bene per giardini medio piccoli, hanno l’ingombro del filo ma sono veramente semplici da utilizzare e il motore non necessita di manutenzione
  3. Rasaerba elettrici a batteria: il massimo della comodità e della leggerezza, sono un’evoluzione di quelli col filo, se presi di buona marca hanno anche una buona autonomia, anche se i prezzi sono ancora alti

Confronto tipi di rasaerba

Rasaerba a ScoppioRasaerba elettrico a filoRasaerba elettrico a batteria
Potenti Affidabile e semplice da utilizzare Comodissimo e facile da utilizzare
Adatti per grandi estensioni Il motore non necessita di manutenzione Zero manutenzione
Disponibili semoventi (a trazione) Ecologico e meno rumoroso Totale libertà di utilizzo anche con ostacoli
Il motore necessita di manutenzione Il filo in presenza di ostacoli (alberi, siepi) è fastidioso Molto silenzioso
Rumoroso ed emette gas di scarico Necessità di presa elettrica e prolunga in giardino Autonomia ridotta e costi ancora relativamente elevati

 

Quale tagliaerba scegliere per la grandezza del giardino

Giardino Piccolo
(fino a 300 m2)
Giardino Medio
(da 300 m2 a 800 m2)
Giardino Medio Grande
(da 800 m2 a 1400 m2)
Giardino Grande
(oltre 1400 m2)
Rasaerba elettrico a batteria

 

Rasaerba elettrico a filo

 

 

Rasaerba a Scoppio

 

 

 

Rasaerba a Scoppio a trazione

 

 

 

 

 

Meglio un rasaerba elettrico o con motore a scoppio?

Dipende: un tipo non è in assoluto meglio dell’altro. Analizziamo le due possibilità.

Rasaerba con motore a scoppio

Hai un giardino medio-grande e il filo ti dà fastidio? Ti consiglio allora quello a scoppio. Occhio però che se hai pendenze superiori al 30% i motori a scoppio non vanno bene (la lubrificazione del motore ne risente, perché non riesce a pescare olio dalla coppa).
I motori a benzina di questo tipo sono abbastanza standardizzati anche fra marche diverse di rasaerba, il produttore di motori più famoso è sicuramente Briggs & Stratton. Una cosa da verificare è che il motore sia di tipo OHV (a valvole in testa), perché sono motori più moderni ed efficienti (come quelli delle auto), e sono ad avviamento rapido.
Quello che fa la differenza tra un tagliaerba di qualità e uno più economico è quindi l’insieme della componentistica (cuscinetti, frizione, ruote, manico, trasmissione, scocca). Ad esempio delle ruote in plastica sono sicuramente più economiche di quelle in acciaio; un manico (le stegole) ben progettato ed ergonomico è sicuramente un fattore da valutare; le ruote montate su cuscinetti a rulli consentono una notevole comodità di utilizzo.

Rasaerba elettrico

Ti piacciono le cose semplici e non hai tempo da perdere con la manutenzione? Questo è il prodotto che fa per te. E’ silenzioso e leggero, immediato da avviare (le donne di solito apprezzano) non emette gas di scarico, è l’ideale per giardini medio piccoli.
E’ consigliabile acquistarlo di potenza leggermente sovradimensionato, all’aumentare del diametro di taglio, non facendosi ingannare da prezzi troppo bassi. Questo perché coi primi tagli, con l’erba alta si evita di sforzare (o peggio bruciare) il motore elettrico.
Ad esempio con un diametro di taglio di 34cm è consigliabile almeno un motore da 1.400 Watt.

Rasaerba a spinta o semovente?

Quale che sia l’alimentazione del rasaerba, elettrica, con motore a scoppio o a batteria; è possibile scegliere di acquistare un rasaerba a spinta o semovente.
Che cosa significa che il rasaerba è semovente?
Il rasaerba semovente è una macchina il cui avanzamento è facilitato dal motore il quale, fornendo trazione alle ruote, fa avanzare il rasaerba a velocità costante di solito 3.6 km/h.
Quando conviene il rasaerba a trazione?
Il rasaerba a trazione è una scelta pressoche obbligata per chi ha giardini di estensione medio-grande, dotati anche di pendenze; infatti il rasaerba a trazione consente di tagliare l’erba senza particolari sforzi; la trazione inoltre consente di fare avanzare facilmente il rasaerba anche in condizioni di erba umida o scivolosa.
Un rasaerba a scoppio di buona qualità solitamente ha la scocca in acciaio o alluminio questo significa che il peso da fare avanzare può esser anche di 30kg, la trazione è sicuramente un modo per fare molta fatica in meno.
Quando scegliere il rasaerba a spinta?
Il rasaerba con motore a scoppio a spinta costa di meno di un rasaerba a trazione, questo significa però che la fatica per fare avanzare il rasaerba dovrà essere fatta da chi taglia l’erba.
Scegliere il rasaerba a spinta è consigliabile per chi deve tagliare l’erba in giardini o prati con tanti arbusti o cespugli e deve muovere avanti indietro il rasaerba in corrispondenza dell’ostacolo per tagliare completamente l’erba. Fare questo tipo di rifiniture con un rasaerba a trazione è sicuramente poco agevole.

Che prezzo ha un buon rasaerba?

Ecco una tabella di confronto tra i migliori rasaerba:
Un rasaerba di buona qualità ha il suo prezzo e ovviamente al diminuire del prezzo si perde in qualità dei componenti ( soprattutto motore, cuscinetti, trasmissione, ruote) per questo motivo è consigliabile scegliere un rasaerba di una marca che garantisca, anche per il prodotto di fascia più bassa, uno standard di qualità accettabile: leggi perchè noi consigliamo i raserba Oleomac.

Confronto prezzi tra i migliori rasaerba

ProdottoMovimentazioneLarghezza taglio (cm)ScoccaPrezzo
Rasaerba oleomac g48 tk all road plus a trazione a benzina G48 TK ALLROAD PLUS 4 Oleo Mac
Rasaerba Oleomac G48 TK ALLOAD PLUS 4 + Kit Mulching
a trazione 46 cm Acciaio€ 440.50
Rasaerba Oleomac G44 PK Comfort Plus a spinta a benzina
Rasaerba Oleomac G44 PK Comfort Plus a spinta a benzina
a spinta41cmAcciaio€ 229.90
Rasaeba elettrico Flymo 1400W 34cm a filo
Rasaeba elettrico Flymo 1400W 34cm a filo
a spinta34cmResina antiurto€ 149.9
Rasaerba a batteria EGO LM2001 E – 56V 4AH 49 cm
Rasaerba a batteria EGO LM2001 E – 56V 4AH 49 cm
a spinta49cmResina antiurto€ 669

In questo tutorial pratico impariamo come eseguire il montaggio di una cassapanca in legno grezzo. Utilizzando la cassapanca in stile tirolese, illustreremo come realizzare un baule in legno grezzo fai da te.

Perchè costruire una cassapanca in legno fai da te?

Perchè scegliere una cassapanca in legno grezzo da costruire piuttosto che un prodotto già finito? La cassapanca è un complemento d’arredo che ravviva ogni ambiente, qualsiasi sia lo stile d’arredamento.

Il vantaggio di acquistare una cassapanca in legno grezzo consiste infatti nel permettere di personalizzare l’effetto finale consentendo di arredare con un oggetto finale originale e unico nel suo genere.

Gli strumenti utilizzati

In questo tutorial abbiamo utilizzato:

  • Martello con testa di plastica e gomma
  • Martello con testa in metallo
Martello testa in gomma e testa in plastica
Martello testa in gomma e testa in plastica

Guarda il video con i passi per costruire la cassapanca in legno

I pezzi della cassapanca

Per prima cosa aprire la confezione della cassapanca assicurandosi di avere tutti i pezzi e la ferramenta.

Tutti i pezzi della cassapanca in legno da costruire
Tutti i pezzi della cassapanca in legno da costruire

Montaggio della cassapanca

Pannello retrostante e parete laterale.

Per costruire la nostra cassapanca è opportuno iniziare dal pannello in legno di fondo, che andiamo ad unire con una parete laterale.

La cassapanca in legno è già dotata dei fori per gli incastri a birone e per le viti
La cassapanca è già dotata dei fori per gli incastri a birone e per le viti

Ogni parte della cassapanca è unita al resto mediante bironi in legno, che fungono da spine di montagggio, consentendo un pre-assemblaggio che viene reso fisso dall’uso delle viti.

Uniamo pannello retrostante con parete laterale, con bironi e viti. ( Consigliamo di non stringere eccessivamente le viti in modo da avere un minimo di gioco utile in fase di assemblaggio).

Inserimento dei bironi di incastro
Inserimento dei bironi di incastro

I bironi devono essere forzati nel loro alloggiamento utilizzando il martello con testa in metallo ( è importante che i bironi siano ben fissati in modo da evitare che dopo la cassapanca scricchiolii).

Pannello anteriore e parete laterale.

Procediamo quindi con la giunzione del pannello frontale della cassapanca con la parete laterale. Consigliamo per un agevole montaggio di disporre la parete laterale orizzontale sul piano di montaggio, con i bironi già inseriti e di calare il piano dall’alto.

Il fondo della cassapanca.

Il fondo della cassapanca è costituito da un pannello di circa 5mm in legno che è possibile inserire nell’apposita fessura. Questo pannello può essere semplicemente inserito e mantenuto in posizione solo con gli incastri; nella confezione sono comunque previste viti per un fissaggio più definitivo.

Pannello forntale e fondo della cassapanca
Pannello frontale e fondo della cassapanca

Coperchio e seduta.

Il fissaggio del coperchio in legno che costituisce anche la seduta della cassapanca avviene mediante 2 cerniere in metallo. Le 2 cerniere fissate a 20cm dal bordo esterno possono essere montate a scomparsa ( come vi faremo vedere in questa guida), oppure visibili.

Prendere quindi le misure a partire dal bordo esterno; prima fissare le cerniere al coperchio utilizzando le viti più corte e dorate, quindi, mantenendo il coperchio allineato al pannello di fondo, fissare al pannello in legno ricurvo.

Prendere misure e fissare cerniere al coperchio in legno
Prendere misure e fissare cerniere al coperchio in legno

Pannello curvo.

Fissiamo quindi il pannello con il coperchio alla parete laterale utilizzando sempre bironi e viti.

Parete laterale e fissaggio finale.

Per costruire la cassapanca in legno e eseguire il fissaggio finale, procediamo a fissare la seconda parete laterale che andrà fissare definitivamente tutte le parti della cassapanca insieme.

Fissaggio finale parete laterale legno
Fissaggio finale parete laterale legno

Risultato finale

Il risultato finale ottenuto è che abbiamo costruito una cassapanca in legno grezzo di pino in stile tirolese. Ora la cassapanca è pronta per essere opportunamente decorata, in base all’utilizzo che se ne vuole fare e all’ambiente dove sarà posizionata.

Costruire una cassapanca in legno grezzo: risultato finale del tutorial pratico
Costruire una cassapanca in legno grezzo: risultato finale del tutorial pratico

Questo tutorial ti è piaciuto? Cosa miglioreresti? Vorresti vedere altri tutorial come questo? Di la tua opinione e consigliaci usando i commenti qua sotto!