Giardinaggio, Giardino, Guida, News, Recensione

Legatura della vite: come e perchè si fa?

Brichome nasce in una zona molto importante per la tradizione della cultura del buon vino italiano. Ci troviamo infatti al centro delle colline del Monferrato in provincia di Asti. Più precisamente la zona è quella del NIZZA DOCG, denominazione recente legata a particolari caratteristiche di come viene prodotta e vinificata “La Barbera”, vino tipico di questa località di cui ne andiamo molto orgogliosi.

La nostra attività si occupa anche di offrire ai clienti una vasta scelta dei migliori prodotti, legati sia alla potatura della vite sia alla legatura. Due processi essenziali per preparare le piante di uva a germogliare nuovamente in primavera e coglierne poi i frutti per produrre questo vino molto importante.

blor_potatoriottobre23_26

Nella nostra zona la stragrande maggioranza delle viti è legata a un tipo di allevamento chiamato “cordone speronato”. Ma a cosa serve legare la vite con questo metodo?

Prima della legatura, avviene il processo della potatura: la vite rimane più “pulita”. Infatti dal ceppo, la parte che prende il nutrimento dalla terra, rimane solo lo sperone e il capofrutto. Quest’ultima è la parte che verrà legata sul filo di ferro. Il capofrutto infatti verrà piegato in direzione orizzontale, parallelo ai fili di ferro, così quando la vite fiorirà, tutti i germogli avranno la stessa posizione. La funzione principale della legatura è quella di uniformare la produzione della pianta, per permettere alla linfa di raggiungere il più omogeneamente possibile tutto il capofrutto, senza creare eccessi all’inizio o alla fine.

Nel dettaglio è molto importante piegare in maniera delicata il capofrutto per non spezzarlo. Ma come? Tenendo con la mano sinistra quest’ultimo e con la mano destra allineare il capofrutto sul filo di ferro. Le legatrici servono proprio a questo e sul mercato ne esistono di diverse tipologie.

La nostra legatrice è stata testata ed utilizzata anche in maniera professionale da clienti che hanno aziende vitivinicole. Sono rimasti molto soddisfatti del prodotto, considerando anche il prezzo molto competitivo! Clicca qui e scopri tutte le caratteristiche!

Legatrice a batteria KV5 Volpi pro

 499.90
Legatrice a batteria Caratteristiche:
  • 5 regolazioni di legatura
  • Potenza nominale 40W
  • Motore brushless
  • Batteria 14,4V - 2,5Ah
  • Autonomia 2 - 3 ore
  • Diametro legatura 25 mm
  • Peso 850 gr

Scopri tutti i Blog recenti di Brichome e tutte le novità su i nostri canali social.