Riscaldamento a legna: come scegliere la stufa o il camino giusto?

Come scegliere la soluzione più adatta per riscaldare a legna la nostra casa? Quali sono i vantaggi innegabili di una stufa a legna? Perchè riscaldare a legna?

Cosa possiamo desiderare quando fuori fa freddo, magari piove, oppure è una uggiosa giornata invernale nella quale compare anche un po’ di nebbia?

Un tiepido termosifone in ghisa per riscaldarsi? Non sembra essere una soluzione invitante….

La soluzione per riscaldare il cuore oltre che l’ambiente è sicuramente il tepore di una bella stufa o camino a legna, lo schioppettio della legna che ci rilassa e la fiamma che  ci ipnotizza fino a renderci così pigri da non volersi alzare.

Per sognare una giornata così rilassante dobbiamo anticipare il freddo e munirci della fonte di calore più adeguata per la nostra casa; noi di Brichome.it ti consigliamo quindi una stufa o un camino a legna.

La canna fumaria

Innanzitutto se non abbiamo una stufa o camino oppure li abbiamo ma sono fuori uso ormai da tempo dobbiamo accertarci che la canna fumaria sia in buono stato. Queste ultime sono i punti preferiti per i nidi di animali e insetti che ostruiscono il passaggio di aria e fumi e quindi non fanno funzionare la nostra fonte di riscaldamento.

Se ci troviamo di fronte a vecchia fuliggine depositatasi negli anni basta utilizzare semplici prodotti “spazzacamino” facilmente reperibili in commercio, una buona fiammata di polveri o tronchetti spianano la strada a una buona stagione al caldo.

Se ci troviamo di fronte a ostruzioni più articolate si deve intervenire con molta cautela sia per la nostra sicurezza che per quella di chi ha pensato di costruire il proprio giaciglio nel nostro camino! Infatti molto di frequente ci si imbatte in nidi di vespe o calabroni che se disturbati possono creare notevoli problemi.

Nel caso invece ci si trovi di fronte a nidi di uccelli o di altri animaletti di campagna, bisognerebbe prestare attenzione nel rimuoverli per non rischiare di rompere uova o infortunare i cuccioli al suo interno. In questo caso se non ci si sente sicuri, è opportuno rivolgersi a persone competenti che, con gli strumenti adeguati possano, risolvere il problema.

Quale soluzione scegliere per la nostra casa?

Una volta accertato il corretto funzionamento della canna fumaria, di fronte all’acquisto di una fonte di calore a legna si deve valutare che ambienti vogliamo riscaldare.

Per cucine o ambienti aperti tra cucina e salotto, se si ama la cucina di una volta possiamo pensare a una classica stufa a legna con piastra e forno per cucinare (in piemontese putagè), oppure una bella stufa a legna a colonnina con forno.

Se dobbiamo riscaldare la zona living o la zona notte molte sono le soluzioni, sia a livello di capacità riscaldante che estetica. E’ naturale che qui entra in gioco la tradizione del luogo in cui ci si trova e a seconda di quel che offre il mercato in tale zona, ci si può sbizzarrire sia con i materiali (ghisa o ceramica), sia per tipologie di stufa (colonnine, classiche stufe in ghisa, stufe trentine, ecc,) oppure camini e inserti per camini.

Una delle ultime innovazioni che consente di sfruttare al massimo le calorie generate dalla combustione della legna,   è la doppia combustione ovvero un vero e proprio ricircolo dei fumi all’interno della stufa o camino che permette di:

  • utilizzare al massimo il calore derivante dalla combustione
  • un risparmio nell’utilizzo della legna
  • una fuoriuscita dei fumi molto più freddi in canna fumaria.

Grazie ai vetri temperati resistenti alle altissime temperature, a guarnizioni attorno a portelloni, utilizzo di acciai resistenti, le stufe moderne sono un vero e proprio agglomerato di tecnologia il cui utilizzo consente notevole risparmio. Infatti chi dispone di legna da ardere, se ben essiccata e mantenuta durante l’anno riscalda la propria casa con un risparmio notevole rispetto ai comuni combustibili di origine fossile, oltre a non creare danni all’ambiente.

Grandi ambienti e grandi risparmi? E’ possibile.

La soluzione sono le caldaie a legna oggi disponibili anche sottoforma di stufa, cucina o inserto per camino. Le caldaie permettono riscaldare grandi ambienti grazie alle serpentine di tubi al loro interno che riscaldano l’acqua che si innesta nell’impianto di riscaldamento delle abitazioni.

Chiaramente esse sono soluzioni che richiedono un’ attenta progettazione e attenzione; tuttavia se, ad esempio, fatte funzionare in combinazione con accumuli inerziali d’acqua, puffer, permettono notevolissimi risparmi che possono davvero fare la differenza per il nostro portafoglio.

Ultimamente la legna da ardere si sta contrapponendo ai combustibile di origine fossile per il notevole risparmio che si ha nell’utilizzarla inoltre molti ne stanno riscoprendo il valore estetico, oltre al calore che può generare se sfruttata a dovere con una buona stufa.

Una stufa o camino a legna aggiusta anche una giornata storta, fredda e uggiosa e se poi abbiamo qualcuno che ama cucinare,  può stupirci e allietarci con un piatto cotto sulla stufa come da tradizione.

Non ci resta che scegliere la stufa più adatta al nostro ambiente e affrontare l’inverno con un altro spirito!

Brichome.it commercializza stufe da oltre 40 anni: contattaci senza impegno per ricevere consulenza gratuita per scegliere la tua prossima stufa!

Lascia un commento

Spedizione gratuita su tutti gli Alberi di NataleClicca Qui
+