Conto Energia Termico 2016: la Guida Completa per Richiedere l’Incentivo

COnto Energia termico 2.0: guida per chiedere l'incentivo

Il Conto Termico 2.0 è un incentivo che consente di sostituire la propria vecchia stufa a legna o a pellet con un nuovo apparecchio di ultima generazione dotato di ridotte emissioni e migliori prestazioni

Devi sostituire la vecchia stufa a legna o la caldaia a gasolio? Scopri come richiedere un incentivo fino al 65% della spesa totale!

Grazie alle novità introdotte a partire dal 31 Maggio 2016 ora il Conto termico viene erogato in un’unica soluzione se la rata è inferiore a 5.000€; quindi anche per chi effettua una sostituzione di un apparecchio di piccole dimensioni c’è la possibilità di ridurre di molto la spesa

Chi ha diritto all’incentivo?

Per avere diritto all’incentivo del Conto Termico è necessario soddisfare 2 condizioni:

  • Acquistare un nuovo apparecchio in sostituzione di una vecchia caldaia a biomassa (legna, pellet), gasolio, carbone o olio combustibile
  • Sostituire il vecchio apparecchio con un nuovo prodotto la cui potenza non superi del 10% la potenza del vecchio prodotto

Come fare per ottenere l’incentivo?

Una volta stabilito che si ha diritto alla richiesta del Conto Termico è possibile fare la richiesta direttamente attraverso il PortalTermico, inserendo tutti i dati inerenti al sistema edificio-impianto e agli interventi realizzati.

A quanto ammonta l’incentivo esattamente e in che modo viene erogato?

L’ammontare dell’incentivo dipende dalla zona climatica dove si trova l’edificio nel quale viene effettuata la sostituzione, la quale è regolamentata dal GSE, di seguito una cartina dell’Italia con la suddivisione in aree climatiche.

Suddivisione in zone climatiche per accesso al'incentivo del 65% del conto termico per la sostituzione della stufa a legna
Suddivisione in zone climatiche

Come viene erogato l’incentivo?

In fase di presentazione della domanda è richiesto l’inserimento del codice IBAN del proprio conto corrente, sul quale l’incentivo verrà erogato mediante bonifico.

Quali documenti sono necessari per richiedere l’incentivo?

Per potere eseguire la pratica di richiesta dell’incentivo Brichome si avvale dei professionisti convenzionati con il Network Pro LaNordica-Extraflame; per eseguire tutte le pratiche tcnico-burocratiche sono necessari i seguenti documenti

  • Copia fronte e retro della Carta d’Identità del soggetto che ha diritto agli incentivi erogati dal GSE (soggetto responsabile)
  • Codice fiscale del soggetto ce ha sostenuto le spese per l’esecuzione degli interventi
  • Nel caso il proprietario dell’edificio all’interno del quale sono stati effettuati gli interventi sia soggetto diverso dal soggetto reposnabile: cognome, nome e codice fiscale del proprietario dell’immobile
  • Indirizzo esatto dell’immobile
  • Dati catastali dell’edificio/ unità immobiliare
  • Numero di telefono fisso, cellulare e indirizzo email del Soggetto Responsabile
  • Anno di costruzione (stimato dell’edificio
  • Codice IBAN del conto corrente della persona che ha sostenuto le spese per l’esecuzione dell’intervento
  • Codice SWIFT della banca dove si effettua il bonifico
  • Fotografia di insieme e di dettaglio del nuovo impianto
  • Fotografia della targhetta del generatore di calore esistente
  • Fotografia della targhetta del generatore di calore nuovo
  • Copia delle fatture attestanti il costo sostenuto e la ricevuta del bonifico bancario o postale con cui tali spese sono state pagate.

Quali sono le spese ammissibili per il calcolo dell’incentivo?

    1. fornitura e messa in opera di materiale coibente per il miglioramento delle caratteristiche termiche delle strutture esistenti;
    2. fornitura e messa in opera di materiali ordinari, necessari alla realizzazione di ulteriori strutture murarie a ridosso di quelle preesistenti realizzate contestualmente alle opere di cui al punto precedente, per il miglioramento delle caratteristiche termiche delle strutture esistenti;
    3. demolizione e ricostruzione dell’elemento costruttivo, ove coerente con gli strumenti urbanistici vigenti;
    4. prestazioni professionali connesse alla realizzazione degli interventi.

Le spese ammissibili sono comprensive di IVA dove essa costituisce un costo. Il trasporto rientra tra le spese ammissibili perché facente parte della fornitura.

Devo effettuare il pagamento delle spese di intervento utilizzando il bonifico per il risparmio energetico per la detrazione al 65%?

NO, si può effettuare un bonifico ordinario avendo cura di osservare le seguenti regole per quanto riguarda la causale:

  • la causale deve riportare il riferimento al Decreto Ministeriale del 28/12/2012;
  • la causale deve riportare il riferimento al numero della fattura e relativa data;
  • se non già presenti in altro punto della ricevuta del bonifico, la causale deve riportare Partita IVA e codice fiscale del Soggetto beneficiario del pagamento e del Soggetto Responsabile;
  • in caso di locazione finanziaria, la causale del bonifico effettuato dalla società di leasing deve riportare i riferimenti del Soggetto Responsabile (nominativo e Partita IVA e/o codice fiscale);
  • in caso di finanziamento tramite terzi diverso dal leasing (ad es. il credito al consumo tramite società finanziaria), la causale del bonifico deve riportare i riferimenti del Soggetto Responsabile (nominativo e Partita IVA e/o codice fiscale);
  • in caso di pagamento effettuato da un soggetto diverso dal Soggetto Responsabile e non riconducibile alle fattispecie suddette (leasing, credito al consumo), la causale deve riportare la frase: ”pagamento effettuato per conto di … (nominativo e codice fiscale del Soggetto Responsabile)”.

Nei casi in cui i flussi di fatturazione non consentano l’emissione della fattura al momento del pagamento, nel bonifico potranno essere indicati gli estremi dell’ordinativo (N. d’ordine); dovrà essere comunque inviata al GSE anche la copia della fattura, insieme con la copia della ricevuta del bonifico, entrambe riportanti gli estremi dell’ordinativo (N. d’ordine).

Materiale utile e link di approfondimento

Quali prodotti posso acquistare per approfittare dell’incentivo?

Scarica l’elenco delle stufe La Nordica Extraflame che permettono di accedere all’incentivo.

Vuoi avere maggiori informazioni in merito agli incentivi del Conto Termico 2.0? Contattaci senza impegno!

 

Lascia un commento

Spedizione gratuita su tutti gli Alberi di NataleClicca Qui
+